Comunicazioni dei lettori/visitatori (GOD): aggiornamento parziale del 19-22 giugno 2012
Boaz Content Banner Jachin

 

Comunicazioni dei lettori/visitatori (GOD): aggiornamento parziale del 19-22 giugno 2012

 

 

 

 

19-22 GIUGNO 2012

 

Il 21 giugno 2012, XXXX, Industriale nel Settore XXXX, scrive:

OGGETTO: annunciato progetto televisivo-massonico?

Gentili Maestri,
che ne è stato dell’annunciato progetto televisivo (massonico) annunciato diverso tempo fa?
Se cercate soci investitori io sarei interessato (ma per il digitale terrestre, non il satellitare)
Vi lascio i miei contatti: xxxx xxxx
Attendo un gentile riscontro.
Cordialmente
XXXX

Gentile XXXX, il progetto cui lei allude è stato rinviato per una serie di valutazioni strategiche.
Il che non impedisce di conoscerci meglio per valutare se e come si possa configurare una sua partecipazione in quella iniziativa, quando decidessimo di rimetterla in moto concretamente e definitivamente.
La contatteremo perciò con piacere.
Distinti saluti, intanto.
La Redazione

 

 

Il 21 giugno 2012, “Antiraffiani per il 2014” ci scrivono:

OGGETTO: elezioni GOI 2014

cari fratelli di GOD, siamo una rete in formazione di massoni del GOI di tutta Italia (finora già organizzati in 6 regioni) che vorrebbero, insieme a voi, costruire una grande coalizione anti-Raffi per il 2014. E’ possibile incontrarsi e parlarne?
In attesa di riscontri, inviamo Triplice Fraterno Abbraccio e i nostri Complimenti per l’opera che state compiendo da due anni a questa parte.
tel xxxx xxxx
mail xxxx  xxxx xxxx

Carissimi Fratelli, vi incontreremo con piacere. Ma non tanto per costruire un comune fronte anti-raffiano (nel 2014 Raffi non potrà più candidarsi, a meno di non essere preso a pernacchie e pomodori in faccia dai suoi stessi cortigiani…), quanto per edificare insieme a voi e ad altri un ampio patrimonio programmatico per una radicale riforma del Grande Oriente d’Italia, finito il bluff della mancata primavera promessa dal Ravennate.
TFA.
La Redazione

 

 

Il 20 giugno 2012, l’Onorevole XXXX, ci scrive:

OGGETTO: candidatura prossime elezioni

Pregiatissimo Maestro Magaldi,
Le scrivo ad informarla di un nostro sentito interesse per l’eventualità di una sua candidatura politica nelle file nostro partito o in una lista civica a noi collegata. So bene che lei viene definito uomo di sinistra, ma potrebbe ugualmente esercitare, da candidato indipendente in collaborazione con noi, un ruolo positivo nei prossimi lavori parlamentari. Sui problemi concreti di governo della respublica e non su questioni di bassa cucina politicante o di forzosa contrapposizione ideologica tra destre e sinistre.
Sarei comunque felicissimo e onoratissimo di conoscerla, anche se non volesse accettare la nostra offerta, che però la inviterei a non rifiutare per partito preso.
Nel porgerle tutto il senso della mia stima e considerazione per il suo alto ruolo culturale e pedagogico al cospetto della Nazione, la invito a contattarmi quando vuole.
Distinti e ossequiosi saluti.
Onorevole XXXX
Contatti: xxxx   xxxx   xxxxx

Gentile Onorevole XXXX, giriamo la sua comunicazione a Gioele Magaldi, cui è rivolta personalmente.
Cordiali saluti.
La Redazione

 

 

L’ 8 giugno 2012, l’imprenditore XXXX ci scrive:

OGGETTO: info

Egregio  Gioele Magaldi,
io sono un imprenditore che opera sul territorio piemontese da 25 anni ormai.
In quest'ultimo periodo spinto dal cercare di capire i continui avvenimenti nazionali e internazionali su i vari campi politici e non, che non mi riesco a spiegare in modo chiaro, mi sono dedicato a reperire informazioni sui fatti, per quanto esse siano state cercate in uno strumento mediatico che per quanto vasto sia, a parer mio, e comunque censurato(internet).
Dopo varie ricerche sono venuto a osservare la vostra organizzazione, trovando interessante e costruttiva la vostra storia e le vostre iniziative.
Mi farebbe piacere capire di più su di voi, e se fosse possibile partecipare a dei vostri eventi.
aspetto un vostro contatto.
Vi porgo i miei distinti saluti,
XXXX

Gentile Sergio, poiché la sua mail è indirizzata specificamente al nostro leader Gioele Magaldi, è a lui che la giriamo.
Cordiali saluti.
La Redazione

 

 

Il 7 giugno 2012, Paolo  ci scrive:

Buon giorno,
vorrei cortesemente sapere per quando è prevista l’uscita del libro Massoni. Società a responsabilità illimitata.
Grazie e cordiali saluti
Paolo

Gentile Paolo, l'uscita del libro di Gioele Magaldi, MASSONI. Società a responsabilità illimitata, Chiarelettere Editore, è ormai definitivamente prevista per il prossimo autunno 2012. Nel ringraziarla per il suo interesse e nell'augurarle buona lettura, la salutiamo cordialmente.
La Redazione

 

 

Il 4 giugno 2012, Federico Righetti ci scrive:

OGGETTO: Fabio Scacciavillani

Salve,

ho domandato al dott. Fabio Scacciavillani perché non ha ancora risposto al vostro articolo; vi copio incollo il botta e risposta:

Federico Righetti
"Dottor Scacciavillani sono ancora in attesa di una sua risposta riguardo l'articolo del GOD: noto che il tempo per rispondere a commenti di critica del tutto superficiali lo trova..ma non trova il tempo per rispondere a critiche fondate.
E' stato criticato fortemente e nonostante questo non azzarda a replicare.. chissà come mai mi chiedo.
Saluti."

Fabio Scacciavillani
"Cosa dovrei rispondere a chi si spaccia per gran maestro di un ordine massonico mai esistito? Sia buono, lo aiuti lei a tornare in se'."

Penso si commenti da solo ma vorrei sottolineare il fatto che a quesiti del tutto superficiali il sig.Scacciavillani perde molto più tempo nello rispondere.mentre per rispondere a domande più sensate non perde nemmeno un minuto...

Un saluto,
Federico Righetti

Gentile Federico, dalla sua mail si evince - caso mai ce ne fosse stato bisogno - l'ennesima conferma della sciatteria, imprecisione e superficialità dello pseudo-giornalista (in realtà ben pagato cortigiano del Sultano dell'Oman) Fabio Scacciavillani.
Alla sua più che comprensibile richiesta di una replica (ma cosa può replicare chi parla a vanvera e per di più in mala fede?) al molto letto e apprezzato Commento di Grande Oriente Democratico a "MMT, per i miracoli ci stiamo attrezzando", articolo del 6 marzo 2012 by Fabio Scacciavillani per IL FATTO QUOTIDIANO (clicca sopra per leggere) in cui un suo articolo risibile sulla MMT veniva minuziosamente sottoposto a critica legittima, egli non trova di meglio che dare ampia dimostrazione di insipienze e imprecisioni imperdonabili anche per un "giornalista della domenica". Ci riporta lei che Scacciavillani avrebbe detto: "Cosa dovrei rispondere a chi si spaccia per gran maestro di un ordine massonico mai esistito?. Sia buono, lo aiuti lei a tornare in sé". Ora, a parte il fatto che la bontà o meno delle critiche ricevute prescinde da chi se ne sia fatto latore, ed onestà intellettuale costringe a confrontarsi con esse prima che con il loro autore, non si capisce il senso di quanto il lobbista dell'Oman viene affermando. Quell'articolo, infatti, è un pezzo redazionale pubblicato sul Sito ufficiale di Grande Oriente Democratico (www.grandeoriente-democratico.com). Nondimeno, se nella sua confusione mentale Scacciavillani avesse voluto attribuire al nostro leader Gioele Magaldi la paternità dell'articolo (commettendo un grave errore, perchè il Fratello Magaldi, se scrive un pezzo, lo firma anche esplicitamente), allora gli facciamo presente quanto segue:
1) Gioele Magaldi non si è mai spacciato come Gran Maestro di alcunché, anche perché il suo status massonico conseguito all'interno del GOI è semmai quello di "Maestro Venerabile".
2) "Grande Oriente Democratico" (come sanno anche i più scalcagnati tra i giornalisti e/o i cittadini di tutte le categorie sociali che seguano un pochino le vicende massoniche) non è un "Ordine" libero-muratorio, bensì un Movimento massonico d'opinione, nato originariamente all'interno del Grande Oriente d'Italia di Palazzo Giustiniani (questo si un Ordine o Comunione che dir si voglia) e poi diffusosi- per simpatie e consensi - anche presso altre comunioni italiane ed extra-italiane. Sulla precisa identità e natura di G.O.D. ,del resto, rimandiamo l'improvvido e insipiente Scacciavillani ai vari materiali di pubblico dominio (servizi televisivi, interviste televisive e radiofoniche, interviste e articoli cartacei, repertori di dagospia, etc.) da tempo a disposizione anche di "somari" saccenti come lui. Ad abundantiam, rinviamo anche alla lettura di Nota informativa a proposito di Grande Oriente Democratico e Gioele Magaldi , ad uso di Giuseppe Cruciani e David Parenzo (Radio 24 "La Zanzara") e di altri operatori mediatici (clicca sopra per leggere) , pubblicato su www.grandeoriente-democratico.com.
3) Pertanto, ci auguriamo che sia il buon Fabio Scacciavillani a "tornare in sè", assumendo la consapevolezza che altra cosa è fare il ruffiano di quei negrieri dispotici del Sultanato dell'Oman, mettendo a disposizione tutto il proprio cinismo dottrinario da "pretino" formatosi sulla teologia neoliberista appresa a Chicago, all'FMI, alla BCE e alla Goldman Sachs (è questo il curriculum del "nostro"), altra ancora, invece, è fare il giornalista o l'opinionista intellettualmente onesto, preparato e attrezzato culturalmente per confrontarsi con ragionamenti che vadano al di là del breviario da "Chicago Boy".
Infine, visto che campeggia ai primi posti anche nelle ricerche su internet associate al suo nome e alla MMT, non sarà sfuggito al nostro pseudo-economista e pseudo-giornalista il pezzo a firma redazionale pubblicato su www.democraziaradicalpopolare.it, Fabio Scacciavillani e la MMT. Commento di Democrazia Radical Popolare a "Forza Zecca! Berlusconi lancia la MMT", articolo del 4 giugno 2012 by Fabio Scacciavillani per IL FATTO QUOTIDIANO  (clicca sopra per leggere)
E mentre codesto cortigiano prestato alla comunicazione mistificatoria e manipolatoria (in nome e per conto di chi lo stipendia lautamente) sciorina le sue cialtronate, ma evita di cimentarsi con chi ne ha demolito i paralogismi e le imposture, Noi e gli amici di DRP saremo sempre lieti di continuare ad offrire alla pubblica opinione un pò di luce su un simile ciarlatano.

Un caro saluto anche a lei, Federico, e continui ad incalzare personaggi ineffabili come Scacciavillani, coltivando sempre capacità critica e dubbio metodico, gli strumenti migliori per demistificare i sofisti del Terzo Millennio.
La Redazione

 

 

Il 4 giugno 2012, Marco Simoncini scrive:

OGGETTO: curiosità varie

Buongiorno Sig.Magaldi,
Da diversi anni sentivo l'esigenza di scrivere questa mail. Ne avevo già iniziato la compilazione un annetto fa, a seguito della lettura dell'articolo di Liberati sul Fatto Quotidiano, ma non riuscii ad avere la sufficiente volontà di andare avanti ...e lasciai perdere anche quella volta.
Scrivendole dalla Toscana, e più precisamente dalla provincia di Livorno, ritiene possibile indirizzarmi verso qualcuno per togliermi le medesime curiosità come è stato fatto con il giornalista Liberati?
Cordiali Saluti,
Marco Simoncini

Gentile Marco, per quel che riguarda Alessio Liberati, precisiamo che si tratta di un Magistrato, il quale si diletta anche di giornalismo.
E al primo articolo cui lei fa riferimento (NDR: “I massoni e la legalità”, articolo del 15 febbraio 2011 by Alessio Liberati per IL FATTO QUOTIDIANO, clicca sopra per leggere) ne sono seguiti altri, in cui le riflessioni istituzionali e culturali di Liberati si sono intrecciate a quelle di Grande Oriente Democratico (NDR: basta digitare sul web, associandoli, Alessio Liberati e Grande Oriente Democratico). Per quel che riguarda le "curiosità" su natura e storia della massoneria (pre-moderna, moderna e contemporanea), la rimandiamo alla lettura dei tanti contenuti pubblicati sul nostro sito ufficiale, www.grandeoriente-democratico.com, nonché di MASSONI. Societa a responsabilità illimitata, Chiarelettere Editore (in libreria a partire dal prossimo autunno). D'altra parte, prima di attivare un contatto diretto con qualcuno di Noi, ci piacerebbe sapere meglio chi lei sia (professione, interessi, visione della vita, etc.) e quali finalità l'hanno spinta a contattarci (la curiosità è sempre specifica, mirata e mai generica), visto che non ne fa alcun cenno nella sua mail.
Cordiali saluti.
La Redazione

 

 

Il 30 maggio 2012, il giornalista Alessandro Da Rold ci scrive:

OGGETTO: Informazioni

Salve a tutti, sono Da Rold Alessandro de Linkiesta.it, vi seguo sempre e a volte ho ripreso dei vostri articoli. Avevo sentito via mail Gioele Magaldi, ma ora avrei bisogno di sapere se qualcuno di voi ha informazioni su Enrico Sassoon, uno dei fondatori di Casaleggio Associati la Casa Editrice di Beppe Grillo. Su alcuni siti internet viene accostato a una fantomatica loggia massonica inglese, anche se non ci sono fonti concrete. Di fatto è stato presidente per 14 anni dell'American Chamber italiana, vero snodo degli interessi economici tra gli Usa e l'Italia: due anni fa apparve anche Marchionne a una cena di gala a Milano. Volevo sapere se avevate notizie in merito. Vi ringrazio anticipatamente. Alessandro Da Rold

Gentile Alessandro, ci scusiamo per averle risposto solo ora, ma la sua mail era finita nella casella spam e, solo monitorandola casualmente, l'abbiamo trovata. Di informazioni sensibili su Enrico Sassoon ce ne sono molte, ma per ogni divulgazione in proposito riteniamo sussista un problema di tempi e di modi. Ci faccia sapere cosa aveva in mente al riguardo e valuteremo se questa è la circostanza opportuna per "aprire le danze" sul "microcosmo Grillo". Microcosmo sul quale, per ragioni varie, finora ci siamo astenuti dal pubblicare approfondimenti veritieri, aprendo un varco attendibile nel tanto ciarpame che circola indiscriminatamente. Piuttosto, visto che ci segue sempre e spesso ha ripreso nostri articoli, domandiamo a lei (così come ai suoi colleghi dei media italioti, telematici e cartacei) come mai nessuno si sia ancora premurato di trarre qualche spunto critico dalla pubblicazione dei nostri articoli Il Massone Pietro La Salvia (Loggia GOI "Har Tzion/Monte Sion" n° 705 all'Oriente di Roma) getta discredito su Ettore Gotti Tedeschi con una pseudo-perizia psichiatrica postuma e sospetta  (clicca sopra per leggere) e Vaticano e Massoneria. Parte 2: il caso Pietro La Salvia/Ettore Gotti Tedeschi (clicca sopra per leggere). Non le paiono temi altrettanto se non più attuali del pur intrigantissimo e complesso caso del... Fratello Sassoon?
Cordiali saluti.
La Redazione

 

 

Il 28 maggio 2012, Daniel XXXX, ci scrive:

OGGETTO:   All’attenzione del Maestro Gioele Magaldi

 

All'attenzione del Maestro Gioele Magaldi

Buongiorno,
In passato ho scritto più e più volte all'indirizzo del GOD, non ricevendo alcuna risposta. Così mi rivolgo direttamente a Lei Dott. Magaldi, sperando di avere maggiore fortuna. Cercherò di non essere verboso per non rubare troppo tempo al Suo lavoro.
Mi chiamo Daniel Neri, sono nato e vivo a Roma, ho ventidue anni. Il teatro è (e vorrei restasse) la mia attività principale. Ho scelto di intraprendere questa strada a diciassette anni dopo essermi a lungo chiesto quale professione mi avrebbe costretto a mettermi sempre in discussione, a saziare la mia sete di conoscenza, a stimolarmi costantemente. Sono soddisfatto della mia scelta.
Un anno e mezzo fa sono capitato sul sito del GOD e da allora è diventato una delle mie principali fonti di informazioni. È soprattutto grazie al vostro poderoso lavoro di de-mistificazione che il mio punto di vista sulla politica internazionale, sulla crisi economico-sociale in atto e sulla Massoneria si è notevolmente ampliato. È stato sorprendente scoprire che esiste un aspetto progressista e riformista della Massoneria che lotta strenuamente contro l'elitarismo reazionario. I vostri alti obiettivi, la vostra attenzione alla precisione, la passione che mettete in quel che fate, tutto questo è fonte di ispirazione per me. Anche solo per questo mi sento di ringraziare Lei e i suoi Fratelli del GOD.
Quel che vorrei capire è se i Vostri ideali sono in linea con i miei, se l'interesse che avete fatto nascere in me per il mondo della Libera Muratoria è fondato o meno. È possibile organizzare un incontro informale con Lei o un suo collaboratore per avere delucidazioni al riguardo?
Immagino che diffidenza e scetticismo siano le prime reazioni quanto ricevete richieste simili alla mia, specialmente per evitare infiltrazioni di profittatori ipocriti il cui unico scopo è garantirsi l'ingresso in un network che sperano possa dar loro sostegno professionale o economico. Non è il mio caso né mai lo sarà. Ho interesse ad essere un uomo maturo e virtuoso, non sono avvezzo a servilismi di sorta.

 

Buona giornata e buon lavoro,
Daniel XXXX
Cellulare: XXXX

Gentile Daniel, ci dispiace se le tue precedenti missive ci sono sfuggite. Innanzitutto ti ringraziamo per le attestazioni di stima che hai voluto riservarci e ci fa molto piacere che tu abbia tratto profitto dal nostro lavoro di informazione e pedagogia filosofica e civile.
Per quanto riguarda la possibilità di un incontro, saremo lieti di venire incontro alla tua richiesta. In effetti, il tenore della tua lettera sembra corrispondere al profilo di un giovane dalle ottime potenzialità e credenziali umane ed etiche.
Essendo la sottostante mail rivolta specificamente al nostro leader Gioele Magaldi, la giriamo per conoscenza anche a lui.
Con simpatia.
La Redazione

Gentile redazione,
Grazie della risposta, sono felice mi sia data questa possibilità.
Premetto che sono totalmente digiuno di letture specifiche sulla Massoneria, essendomi ripromesso di chiedere direttamente alla fonte.
Sono disponibile da subito per l'incontro. Rimarrò a Roma fino a inizio luglio e il lavoro in questo periodo mi permette orari molto elastici.
Per quanto riguarda il luogo la mia unica preferenza è che sia ben collegato con le linee di trasporto pubblico, non essendo automunito e abitando nei paraggi della metro San Paolo.
La mia curiosità è molta e varia, spero che non Vi venga a noia.
Buona giornata,
Daniel

 

( in data 16 giugno 2012 ) Vi invio nuovamente la mia risposta alla vostra mail del 31 maggio. Probabilmente, come è capitato in passato, è passata inosservata tra le numerose che vi giungono.

 

Caro Daniel, Gioele Magaldi si è detto disponibile ad incontrarti personalmente (come forse era nei tuoi voti), colpito dalla tua tenacia nel perseguire un contatto con Noi e dalla tua esplicita stima per la nostra opera. Probabilmente, però, un tale incontro non potrà avvenire che verso metà luglio o direttamente a settembre. Nel frattempo, autorizzati dal nostro leader, ti lasciamo un suo contatto telefonico su cui tu possa chiamarlo per definire un appuntamento e presentarti in modo più diretto.
Potrai quindi chiamare Magaldi al xxxx (sarà meglio se gli invii prima un sms con il numero visibile in cui gli ricordi chi sei e gli annunci l'imminente telefonata, altrimenti c'è il rischio che non ti risponda).
Cordiali saluti.
La Redazione

 

 

Il 25 maggio 2012 , “Time Out” (poi qualificatosi come dott. Francesco Maria Pellegrini) ci scrive:

OGGETTO: COME COLLABORARE CON GOD

 

Salve,
poiché ritengo il Vs sito culturalmente molto interessante, mi
piacerebbe contribuire umilmente con articoli di natura
giuridica/economica/finanziaria.

E' possibile ? Se sì, come?

Grazie mille.

Caro amico, intanto ti ringraziamo per l'apprezzamento della nostra opera. Dopo di che, raccontaci meglio chi tu sia (nome, cognome, biografia) e, se ci invierai contributi che riterremo utili, interessanti e congruenti con il nostro target comunicativo, saremo lieti di pubblicarli.
Nel frattempo, un caro saluto.
Con simpatia e amicizia.
La Redazione

Gentile Redazione,  la ringrazio per la mail inviatami. La sua mail è
stata molto garbata quindi non ho che da ringraziarla. Non ho dato
seguito a quanto scritto nella precedente per un semplice motivo: sto
preparando un esame universitario. Ho già una laurea ma ne sto per
conseguire un'altra in giurisprudenza. Sono stato molto impegnato e non
ho controllato questa casella e-mail. Io mi chiamo Francesco Maria
Pellegrini, ho 26 anni e sono laureato in Diritto ed Economia con 110
e lode.
 Leggo spesso il vostro sito perché dà l'opportunità di leggere
contributi molto interessanti.
La ringrazio ancora per l'attenzione. La disponibilità è reciproca.
In attesa di poter contribuire umilmente con qualche piccolo articolo,
porgo distinti saluti.
Francesco Maria Pellegrini.

( 11 giugno 2012 ):

Gentile Dott. Magaldi,
credo che sarebbe opportuna un'opera di sensibilizzazione sul tema
della probabile incostituzionalità dell'IMU.
Presto realizzerò un breve scritto, nel quale cercherò di approfondire
il tema dal punto di vista giuridico, ma già un esempio pratico
potrebbe aiutare a comprendere la grave violazione dei diritti
costituzionali.
Io la penso nel modo seguente
.Immaginiamo che una persona erediti una Casa ed un Magazzino.
Immaginiamo che per la casa ( seconda casa) paghi 500 euro e per il
magazzino 300 €
Immaginiamo che il soggetto passivo d'imposta abbia reddito pari ad  €
0,00. Reddito che quindi fino a prova contraria è conosciuto dallo
stato per € 0,00
Ovviamente si presume che il signore indigente, non godendo di
ammortizzatori sociali, sia aiutato da parenti, amici, associazioni
ecc
Il signore ovviamente non paga l'IMU   perché non ha capacità
contributiva effettiva essendo il suo reddito pari a zero.
Il comune affida la pratica ad Equitalia o altro ente deputato alla
riscossione.
Inizia dunque il pignoramento mobiliare.
Nel caso non ci sia nulla da pignorare negli anni i debiti si
accumulano portato all'iscrizione dell'ipoteca sulla casa ed al
conseguente pignoramento immobiliare.
Già da questo esempio si potrebbe dedurre che l'Imu  presenta punti di
dubbia costituzionalità in relazione all'articolo 53 della Costituzione

per arbitrarietà ed irragionevolezza del quantum imposto ( se uno non
ha un € come fa a pagare le imposte?) ; in relazione all'articolo 42
perchè l'imposizione non può e non dovrebbe mai trasformarsi in espropriazione.
Se le fa piacere,  le invierò appena terminato, lo scritto che
realizzerò  riguardante l'Imu.
Mi faccia eventualmente sapere.
Distinti Saluti
Dott. Francesco Maria Pellegrini

Caro Francesco, ci farà senz'altro piacere ricevere il tuo contributo sulla questione "IMU". Inviacelo quando sarà pronto.
Cari saluti.
La Redazione

 

 

Il 24 aprile 2012, Fratello “Socrate” ci scrive:

OGGETTO: Comunicazioni

Carissimo fr. Gioele, ti seguo da un bel po’, da ex giovane muratore, ed apprezzo sempre più la tua tenacia, convinzione, perseveranza e coraggio. Io sono in congedo da alcuni anni x la incompatibilità fra la mia fede alla "iniziazione" convinta e praticata il tutte le articolate attività della mia vita pubblica e professionale. Sono un ex giovane che, nonostante tutto, non ho perso la fede nei mostri ideali che ovunque presenti, hanno portato libertà democrazia dialogo fratellanza e progresso, nel "materiale" e nello spirituale, in simbiosi e sintesi olistica. Tu hai riacceso la speranza. Sei una Forza ILLUMINATA E CORAGGIOSA. Hai riacceso in me la voglia di riprendere a  COSTRUIRE  con scalpello e mazzuolo una società sana leale trasparente sussidiaria che dà un senso concreto alla fratellanza tolleranza che danno la  "percezione" del senso di "libertà e pace" in questo conglomerato umano che ha smarrito la rotta sulla strada  di una cinica funesta speculativa "finanza magnaccia"che offende ed umilia il lavoro, i lavoratori la famiglia ed ogni relativo progetto e stabilità dinamica e sinergica x costruire il futuro ed è foriera di conflitti di ogni genere. E' tempo di porre le mani e dita incrociate sul capo x  unire le "SANE E VERE LUCI SPARSE" e prendere scalpello e mazzuolo per ricavarne conci squadrati, e possibilmente levigati, per alzare TEMPLI,,,,,AL SOLE DELLA VITA.,,,VIRTUOSA./Gradisco un tuo fraterno e "fiducioso" riscontro, Un t.f.a.

Gentile Fratello (il tuo nome?), essendo la tua mail direttamente rivolta al Fratello Gioele Magaldi, gliela giriamo per conoscenza.
TFA.
La Redazione

Caro Fratello, innanzitutto mi scuso per il fatto di risponderti solo ora. Purtroppo questa mail era andata a finire non so perché nella casella spam. L'ho ritrovata solo ora, per caso.
Ti ringrazio per le tue bellissime e affettuose parole, cariche di stima e riconoscimento per il lavoro che cerco umilmente di compiere.
Sarò lieto di conoscerti meglio e di incontrarti.
Fammi sapere come ti chiami, raccontami qualcosa di più sul tuo conto e poi magari ci scambiamo i cellulari per un contatto più diretto.
Nel frattempo, un TFA e ancora grazie.
Gioele

 

 

Il 14 aprile 2012 , Leo Lyon Zagami ci scrive:

OGGETTO: DA LEON LYON ZAGAMI

Caro Fratello G,
ti volevo chiedere come sia possibile scrivere un articolo su un libro senza averlo letto? E poi come sia possibile conoscere i miei trascorsi massonici che come saprai sono stati quasi sempre all'estero visto che sono ritornato a viveve in Italia solo a meta 2008. Le domande che ti  faccio Fratello possono magari essere prese da parte tua  come una provocazione ma le faccio con grande sincerita' e nessun sentimento di rivalsa nei tuoi confronti, questo te lo garantisco. So ovviamente chi sei ti stimo anche per il tuo lavoro , e mi preme di chierderti il motivo per tale affermazioni mosse verso di me senza alcuna giustificazione,  sembrebbe quasi  da una sorta di gelosia ma questa dimostrerebbe che come pietra grezza non sei stato ben levigato e spero che questo non sia il caso anche perche' tuo padre mi e' sempre sembrato un ottimo massone come credo lo fosti anche tu nel GOI fino a quando ti hanno bruciato il nome tra le colonne . Dici comunque tra le righe di questo articolo di  avere un libro tra le mani e di volerlo publicare ed e' per questo che ti contatto,  ti voglio anzi dare una possibilita' di riscatto se vogliamo, potremmo pubblicartelo noi con mia prefazione, sempre che ti interessi e ti assicuro che ti farei fare bella figura. Fammi sapere se interessato.
Cordialmente con un Triplice Fraterno Abbraccio, Leo Lyon Zagami
 

Caro Fratello Leo, innanzitutto ci scusiamo con te per averti risposto solo ora, con grande ritardo, ma la tua mail si era infilata nella cartella spam (come molte altre non-spam che vi abbiamo rinvenuto) e ci era dunque sin qui sfuggita. In effetti, l'articolo cui fai riferimento e che alleghi a margine della tua mail (Commento di Grande Oriente Democratico a "Le Confessioni di Zagami scuotono la Massoneria", articolo di Enrica Perucchietti del 21 marzo 2012 per la testata "il Democratico", www.ildemocratico.com) (clicca sopra per leggere) non è stato vergato dal Fratello Gioele Magaldi, bensì da qualcuno di Noi della Redazione (non ha importanza sapere chi, visto che un pezzo redazionale è per definizione espressione di un punto di vista corale, anche se non necessariamente unanime né condivisibile da tutti coloro che operano per Grande Oriente Democratico). Chi ti sta rispondendo ora, il libro l'ha letto per intero e non ne ha tratto impressioni molto diverse da quelle anticipate nel pezzo da te contestato. Pezzo/commento che, d'altronde, premetteva di basarsi non già sulla lettura del libro (che ci si riprometteva di esaminare), ma su alcune significative anticipazioni fondate sia su tue interviste che sulla recensione della giornalista Enrica Perucchietti. Ci fa piacere la tua stima nei confronti del nostro leader Gioele Magaldi e anche nei confronti di suo padre Sergio, ma dobbiamo farti notare che da molti anni non esiste più nel GOI il rito del "rogo simbolico fra le colonne" (peraltro di dubbio gusto per una Istituzione come la Massoneria che, nella sua gloriosa storia, ha combattuto i fautori di roghi ben più gravi a danni di libri e persone). Quindi, non solo nessuno ha potuto "bruciare" il nome di Gioele fra le colonne, ma anche sui reiterati tentativi di espellerlo dal GOI (attuati dal Golpista Raffi) l'ultima parola spetterà alla Magistratura della Repubblica italiana. Quanto a una non meglio precisata "gelosia", la tua affermazione ci sembra priva di senso sia perchè Magaldi Junior non è stato l'autore di quel Commento, sia perché non si capisce di cosa avrebbe dovuto essere geloso. Inoltre, l'impressione che si ricava dalla tua mail è che tu non abbia ben letto il suddetto Commento di Grande Oriente Democratico a "Le Confessioni di Zagami scuotono la Massoneria", articolo di Enrica Perucchietti del 21 marzo 2012 per la testata "il Democratico" ( www.ildemocratico.com ) (clicca sopra per leggere) e che viva un po’ distrattamente il mercato editoriale, altrimenti non avresti scritto "Dici comunque tra le righe di questo articolo di  avere un libro tra le mani e di volerlo pubblicare". Ma come? In che senso? In quel nostro Commento è detto con chiarezza (e comunque è largamente risaputo da molto tempo) che si prevede a breve (autunno 2012) l'uscita del libro di Gioele Magaldi, MASSONI. Società a responsabilità illimitata per la Casa Editrice CHIARELETTERE e tu ti offri di aiutarlo a pubblicarlo come se a Magaldi servisse un editore? Ti ringraziamo a nome del Fratello Gioele per la tua certamente autentica e sentita offerta, ma non gli sono certo mancati svariati corteggiatori ed ha comunque firmato un contratto di pubblicazione con CHIARELETTERE sin dall'estate 2010. Caro Fratello Leo, attento con queste manifestazioni di scarsa lucidità e sintonia di comprendonio con i tuoi interlocutori: anche se animato da buona fede, rischi di auto-screditarti, te lo diciamo con affetto. Tutto ciò premesso, saremo lieti di conoscerti meglio ed approfondire fraternamente questioni di comune interesse. Comunque, essendo questa mail rivolta direttamente al Fratello Gioele (da te erroneamente creduto l'autore di quel Commento che non ti è piaciuto), gliela giriamo per conoscenza.
TFA e Ad Maiora.
La Redazione

 

(il 21 giugno 2012, Leo Lyon Zagami scrive : )

Cari amici della redazione del Grande Oriente Democratico,
grazie della vostra risposta e sono contentissimo di sapere che il libro di Gioele da lui più volte segnalato è ora  di prossima uscita  e arrivera finalmente nelle librerie a Ottobre 2012 con l'ottima CHIARELETTERE, lo comprero sicuramente e la mia era un offerta totalmente genuina a riguardo,  tra l'altro uscira in contemporanea con il volume 3 delle mie Confessioni. Vorrei inoltre suggerirvi di leggere il volume 2 delle mie Confessioni  che in efffetti include il materiale a cui si riferiva l'amica Enrica quando preparò quell'articolo da voi pesantemente criticato senza aver neanche letto il primo volume che e comunque di pura introduzione al soggetto essendoci su Raffi e Magaldi poche righe mentre viene invece  ampliato di molto nelle 675 pagine del Vol2. E credo che darci un occhiata non vi farebbe male visto che la mia critica a Gioele peraltro costruttiva per il gesto poco Fraterno della vostra testata  è stato ricambiato pubblicamente a pagina 159 del Vol.2 dove ho ribadito il fatto che Gioele è stato espulso comunque da GOI e che fare una critica del genere verso chi non si conosce e patetico. E  se da voi non è più in uso il rito del "bruciare" il nome tra le Colonne  del Tempio questo non significa il non poter  usare  la terminologia massoinca  "Bruciare tra le Colonne",anzi questo è un vostro problema, perchè  significa un ulteriore dipartita  dalla vera tradizione massonica, e rimane comunque una terminologia in uso presso i veri massoni come voi ben sapete aldila delle chiacchere che potete propinare al mondo profano. Concordiamo sicuramente su una cosa "il golpista Raffi"  ma che sia solo nella sua centralizzazione del potere  e che il tutto si limiti a una bega immobiliare creata tra l'altro originariamente dal giudeo Abramo che stava in loggia con Gioele, questo è un altro discorso e un qualcosa che vi consiglio  di approfondire nel volume 2  delle mie Confessioni dove è riportata una mia conversazione inedita  a riguardo fatta dal sottoscritto con Raffi nel 2008 che sicuramente vi portera aldila delle vostre visioni provinciali della Massoneria che però a volte possono essere molto interessanti ho infatti incluso nel Vol.2 anche il commento del Cavaliere Nero alla Balaustra del Sovrano Gran Mattone GIUDEO SIONISTA  e servo del Nuovo Ordine Mondiale  DAVID Cerniglia  che ho trovato piuttosto divertente. Comunque mi sarebbe senz'altro piaciuto ricevere una mail direttamente da Magaldi  in questo contesto,  io di solito parlo direttamente con i GM non passo neanche dalle mezze calzette e le  cosidette Gran Segreterie delle Massoneria Maggioritarie di questo e perfino in  altri paesi, ma se volete mantenere questo livello di pseudo formalita no problem parlo con la "Redazione". Un amico all'ascolto di Radio Yes e del programma di  David Grammiccioli  quando era ospite il vostro "illustrissimo" Magaldi mi ha detto che nonostante il rispetto Fraterno alla mia persona dimostrata dal Fratello Gioele quando ha nominato il mio nome per radio Magaldi gli avrebbe detto che io saprei più cose a riguardo degli UFO che sulla Massoneria e bene leggetevi il secondo volume e il terzo volume e poi mi fate sapere...e che vinca il migliore :)

Ad Maiora,
Con un Triplice Fraterno abbraccio 
Leo Lyon Zagami 3.'. 

 

(Risposta della Redazione, lo stesso 21 giugno 2012 : )

Caro Fratello Leo, ci dispiace doverlo ribadire, ma la precisione e l'acribia "storico-filologica" non sono il tuo forte.
Il cosiddetto ennesimo tentativo di "espulsione" di Magaldi è vincolato al giudizio del Tribunale Civile di Roma,  che finora ha sempre riconosciuto le ragioni del nostro leader e i molti torti e arbitrii delle corti di giustizia interne al GOI.
Non tutte le tradizioni sono da conservare (e questo è proprio ciò che distingue i tradizionalisti reazionari dai progressisti, ai quali ultimi ci pregiamo di appartenere), e quella del "rogo simbolico fra le colonne" era una grottesca e anti-massonica scimmiottatura delle prassi inquisitoriali di matrice ecclesiastica.
Non ci piace il modo sprezzante con cui usi i termini "giudeo" e "sionista" e ti diffidiamo dal reiterare un simile atteggiamento anti-ebraico, indegno non solo di uno che si dice massone, ma di qualsivoglia persona perbene.
Per quel che concerne il "problema Raffi", forse confondi il nostro punto di vista con quello di altri Fratelli anti-raffiani, ma GOD non si è mai sognato di ridurre tutto a una questione di "beghe immobiliari e centralizzazione del potere".
Infine, sull'intervista di Gioele Magaldi a Radio IES del 23 maggio 2012, che potrai tranquillamente risentire (essendo disponibile tanto su YOU TUBE che sul nostro sito www.grandeoriente-democratico.com : clicca su Intervista di David Gramiccioli a Gioele Magaldi del 23 maggio 2012 per RADIO IES (FM 99.8, www.radioies.it), a cura della Redazione di Grande Oriente Democratico ), non è stato Magaldi a parlare di te o a nominare la tua presunta competenza "più sugli UFO che sulla Massoneria", bensì l'intervistatore David Gramiccioli. Magaldi si è limitato ad esprimere alcune frasi di circostanza, senza nemmeno articolare un giudizio compiuto, ma esprimendo piuttosto la sensazione che su alcune questioni tu ti esprima in modo confuso (se non ricordiamo male il breve passaggio in questione).
E, in effetti, ci pare confuso e molto discutibile il modo in cui, con arroganza e presunzione priva di solido fondamento, dai delle "mezze calzette" a tutti quei Maestri Massoni che non siamo Gran Maestri o leaders di raggruppamenti latomistici, i soli con i quali, a tuo dire, pretenderesti di rapportarti. Sappi che, nell'area di GOD, sono molti i Fratelli di grande valore e spessore iniziatico e umano: il Fratello Gioele è il nostro apprezzato leader, ma è un primo inter-pares, non un dittatorello che si circondi di cortigiani come Gustavo Raffi da Ravenna. Peraltro, avendogli girato per conoscenza la tua precedente mail, siamo certi che, a breve, riceverai risposta anche personalmente dal Fratello Magaldi.
Noi avremmo una visione "provinciale" della Massoneria? Dai, Zagami, non farci scompisciare e piantala di gabellare le tue suggestioni oniriche e solipsistiche per improbabili rivelazioni da "illuminato"...
Infine, non crediamo che vi sia alcuna competizione tra te e Magaldi, per cui alla fine debba "vincere il migliore".
Infatti, "correte" su binari diversi.
Tu, a quanto pare, con le tue presunte Confessioni,  ti collochi in un ambito di sensazionalismo impressionista, vacuo e inconsistente sul piano storico-critico e documentario, Magaldi sta per consegnare un libro orientato scientificamente, benché scritto con modalità appetibili anche per un pubblico molto vasto di non addetti ai lavori.
I vostri sforzi vanno in direzioni diverse, come è facile comprendere, ed hanno, anche a partire dalla diversa caratura intellettuale degli autori, differenti prospettive di credibilità. Ma poi, è proprio il tessuto narrativo, opiniamo avendo letto il volume 1 della tua saga, che è incomparabile. Il tuo sembra uno scoordinato flusso di coscienza, che non spiega quello che pretende di descrivere (male). Magaldi, al contrario, adopera strumentazioni storiografiche, sociologiche, antropologiche, esoterologiche e filosofiche con precisione ed eleganza, per come lo conosciamo.
Tutto ciò non ci impedisce di augurarti fraternamente buona fortuna per le tue pubblicazioni e per ogni aspetto della tua esperienza umana, ma altrettanto fraternamente ti invitiamo ad applicare più spesso sul tuo EGO un salutare VITRIOL, ad eliminare le molte incrostazioni metalliche che si evincono dai tuoi ragionamenti scritti e parlati.
TFA.
La Redazione


P.S. Giriamo contestualmente, per conoscenza, anche questa mail al Fratello Gioele Magaldi.

(Nel frattempo, Gioele Magaldi aveva scritto a Leo Zagami, sempre in data 21 giugno 2012 : )

Caro Leo, liberandoci di tutte le incrostazioni polemiche evocate nello scambio epistolare che leggo nelle mail sottostanti, ci tenevo a dirti che sarò felice di sentirti e/o incontrarti di persona, fraternamente. A prescindere dalle diverse opinioni su questo o quel libro, questa o quella questione, mi farà sinceramente piacere conoscerti.
Tra l'altro, se è giù uscito, sarò parimenti felice di ricevere da te una copia con dedica del tuo Confessioni di un Illuminato parte 2, che leggerò senza pregiudizi di sorta. Il volume numero 1 ce l'ho, me lo hanno regalato, ma l'ho sfogliato di sfuggita e mi riprometto di riprenderlo in mano appena avrò tempo e modo, così da darti una mia opinione precisa e accurata.
Puoi telefonarmi al xxxx (se trovi spento o occupato lascia un sms o un mess. specificando che sei tu, cosi potrò richiamarti).
Cari saluti e un tfa. Gioele

(Ricevendo da Zagami la seguente risposta : )
Ecco questo direi che è un approccio molto  più Fraterno caro Gioele che io apprezzo molto, il mio numero cosi lo puoi memorizzare per quando ti telefonerò è xxxx e sicuramente mi fara piacere incontrarti nei prossimi giorni per un caffè quando sono giu a Roma  (io anche e ho un appartamento a San Giovanni preferisco stare  in campagna per scrivere) cosi ti farò omaggio di una copia con dedica del volume 2 a una condizione però che tu farai lo stesso per il tuo saggio su CHIARELETTERE  di prossima uscita per cui nutro forte curiosità.
A presto allora  perchè aldilà di tutte "le incrostazioni polemiche" siamo finalmente riusciti a chiarirci e questo mi pare già un buon punto di partenza.
Con un tfa,Leo

(Chiudiamo questo scambio con l’ultima mail – 21 giugno 2012 - di Gioele Magaldi, indirizzata tanto a Noi della Redazione di GOD quanto a Zagami stesso: )

OGGETTO: basta polemiche

Cari Fratelli della Redazione di GOD e Caro Fratello Leo, per la verità vorrei pregarvi di abbandonare uno stile polemico di relazione e di cercare, iniziaticamente, quel punto di incontro che tra Massoni dovrebbe sempre essere possibile.
Leo poteva forse evitare di scrivere una mail come quella che avete ricevuto, e Voi Redattori tralasciare di alimentare nuove diatribe.
Passiamo oltre.
TFA a tutti

A Leo: ho ricevuto la tua mail di poco fa a me diretta e ho trascritto il tuo numero di cellulare. Sarò lieto di incontrarti e sono certo che sapremo trarre profitto fraterno ed energie sottili positive da un confronto improntato su valori di benevolenza e reciproco rispetto.
Abbracci e saluti.
Gioele

 

 

Il 7 aprile 2012, la giornalista e scrittrice Enrica Perucchietti ci scrive:

OGGETTO: richiesta intervista al dott. Magaldi

Gentile segreteria,
sono Enrica Perucchietti, giornalista e scrittrice di Torino.
Già autrice del libro L'altra faccia di Obama, edito da UNO editori, sto finendo di scrivere con il collega Gianluca Marletta un libro che uscirà dopo l'estate sul Nuovo Ordine Mondiale.
Nel capitolo dedicato al Governo Monti ho inserito le dichiarazioni del G. M. Magaldi e la polemica innescata con Raffi, ma se possibile preferirei potergli rivolgere direttamente alcune domande, in modo che sia libero di poter esprimere al meglio la sua opinione sul premier e l'attuale situazione politica, senza possibilità di fraintendimenti.
In attesa di un vostro gentile riscontro,
vi porgo i miei saluti,
Enrica Perucchietti

Gentile Enrica, anzitutto ci scusiamo con lei per il fatto di risponderle solo ora, con gravissimo ritardo. Purtroppo, al pari di una serie di altre mails egualmente degne di nota e attenzione come la sua, quella sottostante era finita in una cartella spam, e ci siamo accorti di essa solo recentissimamente. Avendolo già consultato sul punto, il nostro leader Gioele Magaldi si è detto disponibile ad essere contattato da lei, sia per le domande relative al libro sul "Nuovo Ordine Mondiale" cui lei fa cenno (se non è troppo tardi) sia per altro tipo di interlocuzioni mediatiche su temi analoghi. Potrà chiamarlo al numero xxxx, inviando preventivamente un sms con numero visibile in cui si qualifica specificando che lo sta per chiamare (altrimenti potrebbe non rispondere).
Ovviamente, giriamo questa mail, per conoscenza, anche al M.V. Gioele Magaldi.
Ci scusi ancora e buon lavoro.
La Redazione

 

 

Il 12 gennaio 2011,  “Frater Spartiate” ci scriveva:

OGGETTO: avanti così

Cari fratelli di GOD ed eccelso fratello Magaldi, avanti così!!!
Liberiamo l’Italia da Berlusconi e il GOI da Raffi.
Tfa.
Frater Spartiate

Caro Fratello, stai tranquillo.
Prima l’uno e poi l’altro cadranno come pere mature.
TFA.

La Redazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@grandeoriente-democratico.com