Grande Oriente Democratico ricorda al Fratello Monti che ora ha ricevuto anche l’avallo del Fratello Obama per contrattare in Europa EUROBOND, un nuovo ruolo della BCE, una trasformazione politica della UE. Sul pellegrinaggio europeo tra Bruxelles e Strasburgo si gioca la credibilità e il futuro del Governo Monti, oltre che la possibilità di uno storico rilancio dell’Italia per contribuire a costituire gli Stati Uniti d’Europa
Boaz Content Banner Jachin

 

Grande Oriente Democratico ricorda al Fratello Monti che ora ha ricevuto anche l’avallo del Fratello Obama per contrattare in Europa EUROBOND, un nuovo ruolo della BCE, una trasformazione politica della UE. Sul pellegrinaggio europeo tra Bruxelles e Strasburgo si gioca la credibilità e il futuro del Governo Monti, oltre che la possibilità di uno storico rilancio dell’Italia per contribuire a costituire gli Stati Uniti d’Europa

 

 

 

 

Mentre gran parte dei giornalisti italiani, con rara insipienza, ignoranza e provincialismo si mettono alla ricerca dei poteri forti, per capire se esistano, se siano mai esistiti, se ne sussista una succursale italiana e soprattutto che faccia e profilo abbiano i loro eventuali rappresentanti, sullo scenario europeo, mediterraneo, occidentale e globale si giocano partite fondamentali per il prossimo futuro dell’Umanità.
Torneremo presto, per un breve commento, sull’intervista rilasciata in data 21 novembre 2011 dal Gran Maestro (illegittimo) del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani al quotidiano IL TEMPO, nella quale, come al solito, si mena il can per l’aia, sia da parte dell’intervistatrice che dell’intervistato.
I Poteri Forti?
Tutti li cercano disperatamente e in molti si domandano se non siano un’invenzione comoda per esorcizzare responsabilità di cui non si voglia rendere conto.
I Poteri Forti in Italia? “Magari ci fossero”, rispondeva l’altro giorno in Parlamento un ironico e acuto Mario Monti.
Spiegheremo meglio a breve cosa volesse significare il Fratello Monti con quella sua sagace osservazione.
Così come spiegheremo meglio a tutti coloro che ne abusano, quanto sia decontestualizzata rispetto alla situazione presente, la celeberrima dicitura (di stampo fascista-mussoliniano): “complotto demo-pluto-giudaico-massonico”, utilizzata da conduttori televisivi sommamente insipienti per esorcizzare a vanvera questioni che richiederebbero ben altri strumenti culturali ed ermeneutici di quelli posseduti da costoro e da diversi dei loro ospiti, presunti esperti ed opinionisti di ventura.

Con questo breve intervento, invece, come appare evidente sin dal titolo, vorremmo ricordare e raccomandare al Fratello Massone Mario Monti di procedere spedito, durante il suo pellegrinaggio europeo di queste ore e di questi giorni, verso gli obiettivi che da molto tempo (si svolga in questo senso una ricerca anche della sola voce “Eurobond” nella Sezione interna a questo sito, CERCA IN GOD) Noi di Grande Oriente Democratico - insieme ad un network sempre più corposo di Massoni autenticamente liberali e democratici dell’ecumene euro-atlantica - peroriamo come necessari per iniziare seriamente ad affrontare l’immane crisi economica che attanaglia l’Occidente.
Il Fratello Monti abbandoni quella via che, nel pezzo “Italia e UE, la doppia via di Monti”, articolo del 22 novembre 2011 by Lina Palmerini, Gerardo Pelosi, Beda Romano per IL SOLE 24 ORE (clicca sopra per leggere), gli viene attribuita come più confacente al suo pensiero:

“…In questo contesto la proposta di Monti poggerà su un principio: più Europa. Dunque un rafforzamento dei vincoli e nelle convergenze delle politiche di bilancio e fiscali, un passo più sicuro verso il mercato unico e l'emissione di E-bonds, gli eurobond inventati da Jacques Delors - e rilanciati da Giulio Tremonti - che però nella versione del premier non dovranno finanziare spesa per investimenti ma «mettere in comune una parte della gestione del debito pubblico dei diversi Stati”.

Eh, no, Caro Fratello Monti, gli EUROBOND che servono per uscire dalla crisi consentiranno sicuramente di arrestare la speculazione sui singoli debiti sovrani delle nazioni europee (in questo senso è assolutamente necessario che un Debito Sovrano Europeo Federale sostituisca totalmente e non solo parzialmente l’emissione di bond nazionali; così come è necessario che la BCE divenga come la FED statunitense, in grado di stampare valuta a piacimento e di acquistare all’infinito bond europei unificati), ma devono anche essere finalizzati chiaramente ad INVESTIMENTI tali da attuare in Europa un nuovo “Piano Marshall per la Ripresa”, un NEW DEAL rooseveltiano che dia alimento e prospettive ariose alle imprese, ai commerci, all’occupazione, ai consumi, evitando il baratro della recessione/depressione che, in caso tali investimenti in infrastrutture e piccole e grandi opere europee non venissero attuati, è ormai INEVITABILE e foriera di CATASTROFI sociali e politiche di inimmaginabili proporzioni.

Caro Fratello Monti, stai andando in Europa potendo contare anche sul robusto e ufficiale viatico di un altro illustre Fratello Massone come il Presidente Obama. Diversi uccellini ci mormorano che persino il Fratello Mario Draghi sia ormai intenzionato ad abbracciare nuove strategie, abbandonando gradualmente il paradigma neoliberista ormai giunto al capolinea.
E dunque, Caro Fratello Monti, non indugiare e abbandona anche tu l’isteria da stabilità imbalsamata a tutti i costi, deflazione e austerità che condurrà presto anche la Merkel e personaggi alla Van Rompuy ad un’ uscita ingloriosa dalla scena politica.
Presto anche la Germania, dopo la Francia, sarà aggredita dalla speculazione che intende approfittare (con profitti quotidiani di portata colossale) dell’attuale (e pianificata, tu sai anche bene da quali gruppi e oligarchie) e strutturale debolezza dell’eurozona.
Questo è il momento di agire.
ADESSO O MAI PIU’.
Almeno adesso o mai più per quanto riguarda te, Caro Fratello Monti.
Per quanto ci riguarda, non sei diventato Presidente del Consiglio italiano per ammannire nuove tasse, ripristino dell’ici e liberalizzazioni/privatizzazioni di dubbia efficacia.
Per ciò che ci riguarda, la tua permanenza a Palazzo Chigi è legata alla tua potenziale mission, da quella posizione, di corifeo dei progetti più radicali e illuminati del Gruppo Spinelli (www.spinelligroup.eu ), di cui hai l’onore di far parte.
Mostrati all’altezza del tuo ruolo e fai comprendere a Frau Merkel la natura sado-masochistica e persino auto-lesionista per sé e per la Germania, sul medio termine, della sua ostinata politica rigida e sciamannata.
E’ ben vero che Frau Merkel è ben pagata e ispirata da alcuni gruppi sovra-nazionali per mantenere la sua ostinazione anti-eurobond, filo-austerità e anti-ripresa economica, ma spiegale che verrà presto il giorno in cui diversi popoli europei (compreso quello tedesco) vorranno chiederle conto anche in Tribunale della sua condotta criminale e distruttiva.
Per l’intanto, si rifletta attentamente, ad esempio, (e in tale contesto si analizza solo piccola parte della questione) sui contenuti del pezzo di Antonio Spampinato per il quotidiano LIBERO, ripreso in “Germania Anno Zero. Dopo i BTP, anche i BUND non li vuole nessuno…”su DAGOSPIA del 21 novembre 2011 (clicca sopra per leggere).

Inoltre, Noi di Grande Oriente Democratico (www.grandeoriente-democratico.com ) da un punto di vista meta-politico, così come le amiche e gli amici di Democrazia Radical Popolare (www.democraziaradicalpopolare.it ) da una posizione schierata politicamente, siamo e resteremo sempre SUPER-EUROPEISTI e a favore di maggiore (e non minore) integrazione politica, legislativa, fiscale e culturale fra i popoli e le nazioni europee, al fine di sconfiggere l’attuale CRISI economica non soltanto del Vecchio Continente, ma dell’Occidente nel suo insieme; tuttavia è bene rammentare che non si può dare nessun torto al deputato inglese Nigel Farage per le sue osservazioni sulla mancata legittimazione democratica di quei TECNOCRATI che, insieme all’illegittimo “Duumvirato Merkel-Sarkozy”, hanno finora disastrosamente governato la gestione della crisi stessa (semmai diamo torto a Farage sul Fratello Berlusconi: LUI doveva andarsene in ogni caso da Palazzo Chigi, e anche alla svelta…)
In proposito, si leggano i testi e si apprezzi il video riportato in:

IL BOMBASTICO DISCORSO AL PARLAMENTO EUROPEO DEL DEPUTATO BRITANNICO NIGEL FARAGE È PASSATA COMPLETAMENTE SOTTO SILENZIO SULLA STAMPA E SUI TG ITALIANI MA STA DIVENTANDO UNA SORTA DI CONTAGIOSISSIMO TORMENTONE DEL WEB - 2- “STIAMO VIVENDO IN UN’EUROPA SOTTO DOMINAZIONE DELLA GERMANIA. QUALCOSA CHE I NOSTRI PREDECESSORI HANNO PAGATO A CARO PREZZO, IN SANGUE, PER PREVENIRLO” - 3- QUANDO PAPANDREU HA PRONUNCIATO LA PAROLA REFERENDUM, L’AVETE FATTO RIMUOVERE SOSTITUENDOLO CON UN GOVERNO FANTOCCIO. NON SODDISFATTI AVETE DECISO CHE BERLUSCONI DOVEVA ANDARSENE. COSÌ È STATO RIMOSSO E SOSTITUITO DA MONTI, EX COMMISSARIO EUROPEO, VOSTRO COLLEGA CORRESPONSABILE DI QUESTO DISASTRO, UN UOMO CHE NON ERA NEPPURE MEMBRO DEL PARLAMENTO. LEI, MR. VAN ROMPUY SI È RECATO IN ITALIA E HA DETTO: “QUESTO NON È IL MOMENTO DI ELEZIONI MA DI AZIONI”. CHI, IN NOME DI DIO, LE HA DATO IL DIRITTO DI DIRE QUESTO AL POPOLO ITALIANO?” - 4- “DAILY TELEGRAPH” SI CHIEDE: “CHI TI HA VOTATO, MARIO MONTI? HA FORMATO UN GOVERNO DI ACCADEMICI, BANCHIERI E UN AMMIRAGLIO. L’ESEMPIO DELL’UNIONE SOVIETICA, DOVE L’89% DEL POLITBURO ERA FORMATO DA INGEGNERI LAUREATI, DEVE FARCI RIFLETTERE”, by DAGOSPIA del 21 novembre 2011 (clicca sopra per leggere).

In conclusione, Caro Fratello Monti, durante il tour europeo fatti valere, rigenera il potenziale prestigio dell’Italia, ma soprattutto (di concerto con il Fratello Mario Draghi, se davvero vuol cambiare vessillo, e con il saldo appoggio del Fratello Obama) pensa al bene comune dei popoli europei e occidentali tutti.
Il Bene Comune dell’Occidente (USA per primi), in quest’epoca tormentata, dipende anzitutto dalla velocità con la quale si appronteranno Debito Sovrano Europeo Federale Unificato ed EUROBOND capaci di finanziare INVESTIMENTI per un NEW DEAL NEO-ROOSEVELTIANO, favorendo industrie, commerci, piena occupazione lavorativa e rilancio dei consumi.
Il resto (tagli, tasse, rigore di bilancio, etc.), rispetto a QUESTA CRISI è come fuffa e pannicelli caldi nel migliore dei casi, strada spianata verso la RECESSIONE/DEPRESSIONE nel peggiore.
Crediamo che tutto ciò Tu l’abbia ormai capito, Caro Fratello Mario Monti, al di là delle dissimulazioni diplomatiche per interloquire con i vari volponi di Bruxelles, Strasburgo, Francoforte, Berlino, Parigi, etc.

Con il consueto Triplice Fraterno Abbraccio a Te, Caro Fratello Mario,

I FRATELLI DI GRANDE ORIENTE DEMOCRATICO

[ Articolo del 22 novembre 2011 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@grandeoriente-democratico.com