Gran Loggia GOI 2011. L’Inizio della Fine per Gustavo Raffi, Gran Camerati e Nuove P2: Commento a: “VENERABILI FRATELLI COLTELLI. ‘Smarrito’ l’archivio di una Loggia romana” by Gianni Barbacetto e Stefano Caselli per il FATTO QUOTIDIANO del 25 marzo 2011 ; a “Massoni, archivio sparito” by Laura Maragnani per PANORAMA del 31 marzo 2011; a “Non ci sono più i Massoni di una volta: la Loggia Torrigiani siperde l’armadio con l’archivio dei nomi (chi trema?” by Dagospia su lancio Adnkronos del 24 marzo 2011; a: “Odo Gelli far festa-Dubbi, sospetti e minacce nei Diari di Tina Anselmi: possibile che Andreotti e Berlinguer non sapessero della P2?-Perché il PCI non vuole andare fino in fondo- Sul rapimento Moro possibile convergenza con le BR-L’Onorevole Giuseppe D’Alema (padre di Massimo) ‘consiglia di parlare con un poco conosciuto giudice di Palermo: Giovanni Falcone’- La Profezia: ‘Le P2 non nascono a caso, ma occupano spazi lasciati vuoti e li occupano per creare la P3, la P4… by Dagospia del 25 marzo 2011 su articolo di Marzio Breda per IL CORRIERE DELLA SERA
Boaz Content Banner Jachin

 

Gran Loggia GOI 2011. L’Inizio della Fine per Gustavo Raffi, Gran Camerati e Nuove P2: Commento a: “VENERABILI FRATELLI COLTELLI. ‘Smarrito’ l’archivio di una Loggia romana” by Gianni Barbacetto e Stefano Caselli per il FATTO QUOTIDIANO del 25 marzo 2011 ; a “Massoni, archivio sparito” by Laura Maragnani per PANORAMA del 31 marzo 2011; a “Non ci sono più i Massoni di una volta: la Loggia Torrigiani si perde l’armadio con l’archivio dei nomi (chi trema?” by Dagospia su lancio Adnkronos del 24 marzo 2011; a: “Odo Gelli far festa-Dubbi, sospetti e minacce nei Diari di Tina Anselmi: possibile che Andreotti e Berlinguer non sapessero della P2?-Perché il PCI non vuole andare fino in fondo- Sul rapimento Moro possibile convergenza con le BR-L’Onorevole Giuseppe D’Alema (padre di Massimo) ‘consiglia di parlare con un poco conosciuto giudice di Palermo: Giovanni Falcone’- La Profezia: ‘Le P2 non nascono a caso, ma occupano spazi lasciati vuoti e li occupano per creare la P3, la P4… by Dagospia del 25 marzo 2011 su articolo di Marzio Breda per IL CORRIERE DELLA SERA

 

 

 

 

Sarà un Commento molto breve, questo.
Ben altri ne seguiranno nelle prossime ore e nei prossimi giorni, prima e dopo l’appuntamento della “Gran Loggia” (riunione dell’organo sovrano e legislativo del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani) del G.O.I., prevista per i giorni 1, 2 e 3 aprile 2011.

Cosa dire di VENERABILI FRATELLI COLTELLI. ’Smarrito’ l’archivio di una Loggia romana” by Gianni Barbacetto e Stefano Caselli per il FATTO QUOTIDIANO del 25 marzo 2011 (clicca sopra per leggere) ?
Anzitutto che Barbacetto e Caselli, con rigore e precisione, mettono in luce diverse stranezze del Regime raffiano che (mal) governa la più importante Comunione massonica italiana.
Come Noi di Grande Oriente Democratico denunciamo da tempo, esistono situazioni strutturali (di gravità inaudita) che, come quella della Loggia “ Italia-Domizio Torrigiani” n° 170 all’Oriente di Roma, meritano un’ispezione delle competenti autorità massoniche e, a quanto pare, anche delle autorità giudiziarie della Repubblica italiana.
E in queste situazioni “strutturali” anomale, molto anomale…il Gran Maestro Gustavo Raffi, il Gran Segretario Giuseppe Abramo e tanti altri Gran Camerati della Corte raffiana sono implicati fino al collo…
Staremo a vedere se qualcuno avrà il senso civico e istituzionale di approfondire tali verminose vicende.
Inoltre, troviamo singolarmente opportuno che Barbacetto e Caselli, che pure hanno consultato per approfondire la loro analisi alcuni Fratelli molto vicini a “Grande Oriente Democratico”, con riferimento al vasto fronte del dissenso all’attuale (abusivo) Gran Maestro, abbiano parlato in senso generale ed ecumenico di “antiraffiani”.
Infatti, come è giusto e auspicabile che sia, non soltanto G.O.D. e i suoi simpatizzanti (con il loro specifico PROGETTO di una Riforma del G.O.I. in senso democratico, libertario, illuminista, progressista, pluralista, “femminista”, etc.) si oppongono strenuamente alla Tirannide di Raffi.
Ormai vi sono anche Fratelli che, pur non avendo ancora aderito alla prospettiva “rivoluzionaria e modernizzatrice” di Grande Oriente Democratico, pur essendo per formazione e cultura alquanto “moderati e tradizionalisti” (ma almeno onesti intellettualmente e materialmente) non per questo sono disponibili a sopportare ancora a lungo la devastante opera profanizzatrice e contro-iniziatica di questo impresentabile e squalificato Gran Maestro ravennate.

D’altronde, sulla questione dell’Archivio della Loggia Torrigiani si è soffermata anche l’ottima giornalista “progressista e libertaria” Laura Maragnani in “Massoni, archivio sparito” by Laura Maragnani per PANORAMA del 31 marzo 2011 (clicca sopra per leggere), con l’anticipazione che di questo pezzo avevano dato sia l’agenzia Adnkronos che Dagospia (www.dagospia.com ) il 24 marzo 2011 (vedi Non ci sono più i Massoni di una volta: la Loggia Torrigiani si perde l’armadio con l’archivio dei nomi (chi trema?) by Dagospia su lancio Adnkronos del 24 marzo 2011: clicca sopra per leggere).
Certo, il settimanale PANORAMA, se non fosse stato proprietà del Grande Fratello Silvio Berlusconi e se non fosse stato diretto da personaggi molto compiacenti con la proprietà, secondo NOI avrebbe consentito ben altri spazi alla piccola inchiesta meritoria della Maragnani…che tuttavia non è stato possibile censurare del tutto…sarebbe stato troppo clamoroso…

Infine, segnaliamo Odo Gelli far festa-Dubbi, sospetti e minacce nei Diari di Tina Anselmi: possibile che Andreotti e Berlinguer non sapessero della P2?- Perché il PCI non vuole andare fino in fondo- Sul rapimento Moro possibile convergenza con le BR- L’onorevole Giuseppe D’Alema (padre di Massimo) ‘consiglia di parlare con un poco conosciuto giudice di Palermo: Giovanni Falcone’-La profezia: ‘Le P2 non nascono a caso, ma occupano spazi lasciati vuoti e li occupano per creare la P3, la P4…” by Dagospia del 25 marzo 2011 su articolo di Marzio Breda per IL CORRIERE DELLA SERA

Che dire?
Al di là del giudizio storico complessivo (NOI riteniamo che la deputata veneta non poteva avere e infatti non ebbe le competenze e la cultura per essere all’altezza del compito assegnatole dal Parlamento di presiedere la Commissione P2) sulla figura della Anselmi (rispetto alla quale è appunto uscito un libro che ha ispirato l’articolo di Marzio Breda, cioè: LA P2. Nei diari segreti di Tina Anselmi, a cura di Anna Vinci, CHIARELETTERE Editore), effettivamente qualche riflessione comparativa tra le sue “profezie” su P3 e P4 e quanto andiamo da tempo ripetendo Noi di Grande Oriente Democratico su “P3 e Fratello Silvio Berlusconi” andrebbe fatta…

I FRATELLI DI GRANDE ORIENTE DEMOCRATICO.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@grandeoriente-democratico.com